sabato 28 gennaio 2012

Premio The Versatile Blogger

Premio The Versatile Blogger

Ciao amici! Con questo post voglio ringraziare Giada  del blog
La mia passione? I libri! per avermi premiata con il:
The Versatile Blogger
Che emozione!!! 







Devo raccontare sette cose di me ... 
  1. Porto gli occhiali da 17 anni ...
  2. Odio i ragni e le cavallette ...
  3. Sono una nutella dipendente ...
  4. Adoro le soffitte e detesto le cantine ...
  5. Detesto i profumi ...
  6. Sono una Serie tv dipendente (soprattutto se fantasy)
  7. Adoro la psicologia ...
Ecco i blogs da me premiati :

  1. Il Sovrano lettore di Barbara Risoli
  2. Deserti di cioccolato di Elys
  3. Elfi draghi streghe i miei libri e un po' di gossip di M.P.Black
  4. Frammenti di sogni di Lavinia Scolari
  5. Iris Luna

The Fantastic Flying Books of Mr. Morris Lessmore (2011)

E' in gara per ricevere l'Oscar. Un cortometraggio spettacolare che appassionerà grandi e piccini, pieno di magia ... conquisterà soprattutto gli amanti dei libri :)


Concorso letterario "Cenerentola con o senza principe"

Desidero segnalarvi un concorso letterario molto interessante indetto dalla casa Editrice EdiGiò in collaborazione con il sito PensoRosa.it.
E' un modo per mettersi alla prova e per pubblicare una propria opera.
Il bando lo troverete qui:
http://www.pensorosa.it/libri/concorso-letterario-cenerentola-con-o-senza-principe.html

Fatevi sotto :)

domenica 15 gennaio 2012

Volete vincere Firelight la ribelle di Sophie Jordan?

Trama 

In libreria da:  3 gennaio 2012
Titolo: Firelight- La ribelle 
Autrice: Sophie Jordan
Prezzo: € 9,90 

Discendono dai draghi. Sono dei mutaforma che hanno sviluppato la capacità di apparire umani per sfuggire ai cacciatori. Vivono nascosti nelle foreste remote, volando solo di notte, dispiegando le ali quando nessuno può vederli. Sono i draki.
Jacinda è il tesoro del suo branco, l’unica capace di soffiare ancora fuoco. Ma dopo aver infranto per l’ennesima volta le regole che proteggono la vita della sua comunità, Jacinda viene esiliata con la madre e la sorella. Sepolta in una anonima cittadina, costretta a mantenere l’aspetto umano con il rischio di dimenticare
la sua vera natura, la bellissima draki si ritroverà proprio nella stessa scuola del suo giovane e affascinante cacciatore. È possibile una simile coincidenza? 
Oppure il cacciatore non è quello che la sua famiglia vorrebbe far credere?


Partecipate al Giveaway  dell'Atelier dei libri della splendida Glinda.
Cliccate qui:



sabato 14 gennaio 2012

The Joy of Books

Gli amanti dei libri ritroveranno i propri magici pensieri in questo video ... sogni notturni da bambini :)


domenica 8 gennaio 2012

Studiare, studiare, studiare ...



Sono finite le feste ... domani si ritorna alla vita stressante e snervante di sempre ... studiare, studiare, studiare è diventata una lotta tra la "cultura standardizzata e tecnica" e quella "spontanea, creativa". So che l'uno non esclude l'altro, anzi la tecnica ci da la possibilità di strutturare la creatività, visto che tutto ha bisogno di un suo ordine ma studiare mi toglie così tanto tempo che quel po' che mi rimane lo dedico alla casa, alla famiglia a discapito della scrittura, dei concorsi letterari, del blog stesso ... ma rimane poco ... pochi mesi e poi avrò concluso ... finalmente! e potrò tornare a scrivere, leggere e spero persino annoiarmi un po' ...

venerdì 6 gennaio 2012

giovedì 5 gennaio 2012

Buona Epifania






Da piccola aspettavo la notte dell'Epifania con una gioia esplosiva nel cuore. Provavo in tutti i modi a rimaner sveglia ma alla fine crollavo sempre, senza essere riuscita a carpire il volto bitorzoluto della vecchietta vestita alla romana e con le scarpe tutte rotte. Ero davvero convinta che vivesse nella canna del caminetto da cui sbirciavo un giorno si e uno no durante l'anno, chiedendomi come facesse a non bruciarsi e a come doveva essere piccola la sua casa ... ero piena di fantasia come una bambina sana dovrebbe sempre essere ...
Ora son cresciuta e non ho perso lo spirito "da feste" solo che quando penso a me e ai miei fratelli e alla nostra gioia esplosiva devo dire che un piccolo salto indietro lo farei a dare un' occhiata ai nostri volti festanti ...

Buona Befana a tutti.

Il nome del fratellino



Agli uffici postali con mia figlia, incontro una conoscente.
Si avvicina, bacia la piccola e con gli occhi sgranati, per poco non le escono dalle orbite e precipitano a terra, le dice:
"Piccola lo vuoi un fratellino o una sorellina?".
Mia figlia, due anni, mi guarda mi sorride e dice sì.
"Oh! che tenera!" risponde "quella" "ma dimmi, dimmi come lo chiameresti?".
La voglia di dirle "Fatti tuoi mai?" è tanta ma resisto.
Mia figlia fa una risata quasi diabolica, con la bocca spalancata mostrando i suoi dentini da coniglietto e le risponde : "Zeùs" ...
( Pronunciato con l'accento sulla u!)
Io ancora rido ... è il nome del nostro cane :)
Che figlia magica che ho!!!

mercoledì 4 gennaio 2012

Fiaba



Il 2011 è finito in maniera carina per la mia attività letteraria, ho pubblicato per "Dusty pages in Wonderland" una  fiaba natalizia per l'iniziativa "Christmans Tales" a cui hanno partecipato  "penne" talentuose del panorama degli scrittori emergenti italiani.Davvero una bella iniziativa che mi ha riempito d'orgoglio e che mi ha dato la possibilità di pubblicare "L'abete magico", fiaba scritta in onore del mio amato nonno materno, che è morto la vigilia di Natale di molti anni fa ...

Quando avrete dieci minuti ...

http://dustypagesinwonderland.blogspot.com/2011/12/christmas-tales-labete-magico-di.html

Ospite di Digiesse Rete 3 nella rubrica culturale " Spazio 3"



Eccomi: imbarazzata ed emozionata ospite di "Digiesse Rete 3" nella sezione "Spazio 3" intervistata dal giornalista e scrittore Martino Ciano ( ha pubblicato per Arduino Sacco Editore il romanzo Le danze del tempo), un ragazzo semplicissimo, umile e con una grande voglia di fare che insieme ai colleghi cura uno spazio culturale destinato  agli artisti emergenti calabresi, con l'intento di dare spazio e visibilità a chi come me, spesso fa a pugni per promuovere il proprio lavoro.
Lo so, lo so ... emozione, strafalcioni ( Erri De Luca mi denuncerà per non aver detto bene il titolo del suo libro!!!) e tanto altro ma almeno ne sono uscita viva e con nuovi amici ...
Vi ruberò una mezz'oretta circa ... prometto che non vi annoierò :)







g




Book trailer




Il book trailer di LIBERO ARBITRIO ROMANZO ...

martedì 3 gennaio 2012

Le donne di Caterina Armentano



Vi propongo di leggere l'intervista che Maria Rosaria Ferrara mi ha fatto per " In chiaro scuro" ... vi lascio il link per il seguito ...

Scritto da maria rosaria ferrara
  
Martedì 20 Dicembre 2011 11:56
Personalità complesse, variegate, tormentate, appassionate e coraggiose arricchiscono le pagine del “Libero arbitrio” di Caterina Armentano. I tormenti della protagonista e narratrice si spiegano lungo pagine contornate dalle insoddisfazioni, le passioni e le vite di altre donne. Si raccontano tutte a modo loro, tutti in modo personale, ognuna dona voce a problematiche comuni, a volte frivole a volte impegnative. Tutte con i propri pesi e con le proprie confusioni. Tutte fragili eppure forti. Tutte donne, madri, reali o solo aspiranti tali, madri ossessionate dalla maternità. Donne e madri che cadono o rischiano di cadere o si tengono in piedi unite, sorreggendosi, talvolta contrastandosi. Il tutto con una scrittura intensa, profonda, a tratti poetica. Piacevole. Una storia raccontata in brevi capitoli che trascina il lettore. Brava Caterina che con le sue donne riesce a toccare il cuore del lettore.

link:
http://inchiaroscuro.com/ICS/index.php?option=com_content&view=article&id=325%3Amaria-rosaria-ferrara&catid=40%3Ail-caffe-degli-artisti&Itemid=28 

Halloween



Halloween
Halloween

Halloween







« Venite con me
                                         Halloween                                          È la festa di Ognissanti

Faremo tremare tutti      quanti.

Gli scherzi, stavolta,  son giustificati                                          

 le risa e i lazzi perfino aumentati.»
(Ray Bradbury, L'albero di Halloween, XX secolo)
Halloween

Vi consiglio la visione del film "La sposa cadavere" di Tim Burton. Se l'avete già visto, sicuramente, rivedetelo ogni volta è uno spettacolo!
Halloween Halloween
Con questa mano, io dissemerò i tuoi affanni, il tuo calice non sarà mai vuoto perché io sarò il tuo vino. Con questa candela illuminerò il tuo cammino nelle tenebre. Con quest'anello ti chiedo di essere mia.


Halloween Scritto da caterinaarmenta alle ore 17:08 del giorno: venerdì, 28 ottobre 2011


 

 

Sicuramente anche voi sarete alla ricerca di leccornie per rendere "macabro" la serata di Halloween ... ho dato una sbirciatina su giallozafferano, vi conviene fare una capatina, ci sono dei dolcetti davvero  "spaventosi" faranno felici grandi e piccini. Ve ne propongo alcuni ...

http://www.giallozafferano.it/



Biscotti di zucca 


La prima cosa da fare è preparare la pasta con un procedimento molto semplice: versate in una ciotola lafarina, il burro, 150 g di zucchero i due tuorli ed un pizzico di sale, quindi mescolate il tutto e aggiungete l'uovo intero ed il marsala secco continuando a mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Una volta pronto mettete l'impasto ottenuto in frigo per almeno un ora e dedicatevi alla preparazione dellazucca.
Lavate la zucca e sbucciatela, quindi tagliatela a pezzettini e mettetela a cuocere in una pentola con un pò d'acqua che serve solamente a raggiungere l'ebollizione.
Lasciatela cuocere per un pò e, quando si sarà ammorbidita, aggiungete il limone a pezzetti e lo zuccherorimasto.
Fate quindi caramellare il tutto a fuoco lento ed a fine cottura fate raffreddare il composto in un colino per eliminare tutto il liquido.
Nel frattempo togliete la pasta da frigorifero e preparate, su una superficie infarinata, una striscia di pastalarga almeno 10 centimetri e con uno spessore di 4 millimetri circa, quindi disponete il preparato allazucca già raffreddato, al centro e chiudete la striscia.
Tagliate quindi la stricia ripiena, con un coltello infarinato, in strisce più piccole larghe almeno 4 centimetri.
Preparate una teglia foderandola con carta forno e disponete i vostri biscotti nella teglia ben distaccati l'uno dall'altro.
Accendete il forno a 180° e infornate i biscotti per 15 minuti, quindi fateli raffreddare e spolverateli con dello zucchero a velo.






Cappelli delle streghe


cappelli_di_strega380

cappelli_strega_impasto_ric.jpgDisponete su di una spianatoia la farina, il cacao, le uova, lo zucchero, la vanillina, il lievito, il sale e il burro freddo tagliato a pezzetti. 
Impastate molto bene fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo, che avvolgerete nella pellicola trasparente e lascerete raffreddare in frigorifero per almeno un’ora.

cappelli_biscotti_ric.jpgNel frattempo preparate la crema ganache al cioccolato: mettete la panna fresca in un capiente pentolino sul fuoco, con il burro, e quando sarà ben calda, toglietela dal fuoco e aggiungete il cioccolato fondente grattugiato. Mescolate molto bene fino a che il cioccolato sarà ben sciolto e amalgamato, poi ponete il pentolino a bagno nell’acqua ghiacciata (potete aiutarvi a mantenerla tale ponendovi dentro dei cubetti di ghiaccio).

Con uno sbattitore elettrico montate la crema ben ferma e poi ponetela nel frigorifero perché si rassodi.
Accendete il forno a 180°, e stendete l’impasto per i biscotti, per un’altezza di circa ½ cm, dal quale ricaverete 6 dischi del diametro di cappelli_strega_cioccolato_ric.jpgcirca 3,5 cm e 6 dischi del diametro di 8 cm .

cappelli_cono_ric.jpgDisponete i dischi ottenuti su di una placca da forno rivestita con carta forno, e infornate per circa 15 minuti; a cottura avvenuta estraete i biscotti e fateli raffreddare.
Mettete a sciogliere a bagno maria il cioccolatofondente in un tegamino stretto e alto, e tenetelo da parte mescolando di tanto in tanto.

Togliete la crema ganache dal frigorifero e ponetela in una tasca da pasticcere col beccuccio
spizzato; prendete uno dei biscotti più piccoli e ponete sopra di esso la crema ganache, facendola aderire bene alla superficie, per poi farla fuoriuscire dalla tasca in modo tale da formare un cono.

biscotti_colare_ric.jpgFate così per tutti e sei i biscotti più piccoli, che poi porrete nel frigorifero a raffreddare; quando saranno ben freddi, tuffateli rapidamente a testa in giù nelcioccolato fondente tiepido, e metteteli a colare su di una griglia. Ricoprite dicioccolato fondente anche i 6 biscotti più grandi e poi, adagiate il cono sopra il biscotto più grande, in modo da formare il cappello.

Lasciate asciugare il tutto in un luogo fresco, poi guarnite i cappelli con le stringhe di liquirizia e con la caramellina colorata come vedete nella fotografia.
Tenete i cappelli delle streghe in un luogo fresco o in frigorifero.
Scritto da caterinaarmenta alle ore 17:04 del giorno: venerdì, 28 ottobre 2011
LIBERO ARBITRIO BLOG

Costumi per Halloween recapitati su:
http://www.blogmamma.it/






Su un lenzuolo bianco a una piazza, praticate i buchi per gli occhi e la bocca, stando molto attenti a prendere bene la misura, e facendovi aiutare dalla mamma cucite i due lembi sotto le braccia. Con un pennarello nero tracciate il contorno di occhi e bocca.

Costumi per Halloween Anche questo costume è di facile elaborazione basta un pantalone e una maglietta nera, un mantello possibile da rinvenire in qualsiasi centro commerciale e un berretto di lana nero a cui applicare un paio di ali (fatti con il cartoncino vero) e due bottoni che facciano l'effetto occhi!!!

Scritto da caterinaarmenta alle ore 16:31 del giorno:venerdì, 28 ottobre 2011
Categoria:

Curiosità principi e principesse ...



Quanti di voi hanno visto il film o letto il romanzo di Sorayala principessa triste? La donna ripudiata dal marito, lo Shah di Persia, perchè impossibilitata ad avere figli. Una storia strappalacrime, non c'è che dire: romantica, drammatica, intensa ma quanti di noi si sono mai chiesti che fine abbia fatto lo Shah di Persia? Pochi o nessuno ... perchè naturalmente il nostro pensiero è andato a Soraya ... ma io sono curiosa per natura e mi sono chiesta che volto avesse la donna che ha preso il posto di Soraya al fianco dell'amato ... ( pecca femminile, lo ammetto!!!) e guarda un po' ... scopro che lo Shah era stato già sposato, con una donna dalla bellezza sfolgorante da cui ha divorziato e la sua ultima moglie, colei che gli ha dato l'erede desiderato non è da meno in quanto a bellezza ... che c'è da dire ... mi sa che quella che ha sofferto di più è stata proprio Soraya ... visto che è morta in totale solidutine incapace di crearsi una vita degna di nota ...


300px-Soraya
Soraya

Shah_Reza_with_Queen_Soraya,_1951
Soraya e lo Shah di Persia 

Fawzia_d'Egitto
La prima moglie 
Fawzia d'Egitto



800px-ModernEgypt,_Wedding_of_Mohammad_Reza_Pahlavi_&_Fawzia,_DHP13655-20-5_01
Il matrimonio tra lo shah e Fawzia

 


369px-Empress_Farah
L'ultima moglie dello Shah
Farah 
Scritto da caterinaarmenta alle ore 21:18 del giorno: lunedì, 24 ottobre 2011

Incontro scontro


Incontro scontro Al supermercato incontro una vecchia amica ( vecchia si fa per dire ).

Io - Ciao da quanto tempo come stai?
Lei - bene, bene e tu? (Ha tinto i capelli e veste più attillato di qualche anno fa!)
Io - Cosa fai di bello? 
Lei - Solite cose: casa, marito, figli ... il lavoro ... e tu? Racconta racconta mi sembri raggiante, che fai,lavori?
Io - Sì, ho ripreso a studiare e in più scrivo ...
Il suo viso allegro si trasforma in una smorfia di dolore. Un alieno la ingurgita in un secondo.
Lei - Alla tua età? (ALLA MIA ETà? ALLA NOSTRA DOVRESTI DIRE ... E POI SAPPI CHE LA MIA ETà E' STATA DEFINITA TARDA ADOLESCENZA!)
Invece Io - Certo non è mai troppo tardi e poi non è che sia passato così tanto tempo ...
Lei scansa i capelli dal viso  - Con marito e figli cosa vorresti fare ... ma dimmi cosa scrivi?
Io - Articoli, romanzi ... ho pubbl ... ( CHE GLIELO DICO A FARE? Dovrei darle un pugno sul naso e un calcio per farla cadere dai tacchi 12 )
Lei - E dove posso trovarlo? ( Cosa un bavaglio per la bocca?)
Io - ( Befana non vuoi conoscere il titolo? di cosa parla?) in tut le ...
Lei - Peccato ... se fossi stata presentatrice Avon ... Avrei preso qualcosa!
Io -  ... Spero ti venga un' allergia con i prodotti Avon ...
Scritto da caterinaarmenta alle ore 23:06 del giorno: martedì, 18 ottobre 2011

Il sesto senso ... esiste per davvero?


Il sesto senso ... esiste per davvero? 
Il 10 di questo mese il programma televisivo Voyager ha trattato un tema molto interessante:"Il sesto senso". In questa sede non voglio occuparmi della definizione ampliata e costruita per il programma: le facoltà mentali che ci consentono di "vedere" e "sentire" il passato o il futuro ma bensì le percezioni che ci legano agli altri. Non so se a voi è mai capitato di essere così in sintonia con qualcuno tanto profondamente da riuscire ad anticiparne persino le azioni, se una sensazione vi ha mai fatto capire che la persona che amavate fosse in pericolo, se soffrisse o altro. E per persona che amate/amavate non mi riferisco solo ed esclusivamente al vostro compagno/a di vita ma bensì a qualcuno a cui siete legati in maniera indissolubile.

Il sesto senso ... esiste per davvero?
A me è successo anni fa, con un'amica. Una sensazione che aveva del "paranormale" hihihi! Mi viene da ridere al sol pensarci. Mi è capitato tante di quelle volte di chiacchierare con lei al telefono e di non potermi esprimere liberamente a causa dell'orecchio supersonico di qualcuno ( di cui non faccio il nome sorella cara!!! ) appiccicato alla porta dell'ingresso, pronto a carpire i miei segreti da adolescente e,  lei comunque risolveva tutti gli enigmi, indizio per indizio attraverso una mia semplice parola, sussurrata. Un codice senza complicità di sguardi. Invece quando i nostri sguardi si incrociavano per ridere di qualcosa che riguardava esclusivamente noi due, il nostro vissuto, le nostre esperienze  era un girarsi di scatto, uno sguardo complice  e capivamo tutto!

Il sesto senso ... esiste per davvero?
Questo naturalmente sono le cose più banali, le più significative sono altre, almeno per me. Io e quest'amica ci siamo perse lungo il percorso della vita. Abbiamo fatto scelte diverse e non ci siamo più capite, così ognuna è andata per la sua strada. Nonostante la profonda amicizia non ho mai sentito la necessità di ricucire il rapporto, il nostro distacco mi stava bene. A dispetto dell'allontanamento, della rottura in  tutti questi anni, nei momenti più impensabili e improbabili l'ho sognata e ogni volta c'era un perchè: positivo o negativo!
Vivendo in un piccolo paese la gente mormora. Le comare sono divente paparazzi e il pettegolezzo gossip ma alla fine il risultato è sempre quello: farsi gli affaracci altrui! Così con le notizie che mi arrivavano a valanghe i miei sogni venivano interpretati.

Il sesto senso ... esiste per davvero?
Mi è accaduto lo scorso anno, di sognarla. Un sogno che non sto qui a raccontarvi ma posso assicurarvi che mi ha lasciato una sensazione orribile, angosciosa. Appena sveglia mi sono sentita un peso al cuore, opprimente: non so come ma sapevo che lei stava male. Purtroppo ho scoperto che la mia sensazione era più vera di quanto pensassi perchè alla mia ex migliore amica le è stato  diagnosticato un grave problema di salute. Non vi svelerò i retroscena di questa storia perchè non mi appartengono ma posso assicurarvi che da allora continua ad accadermi di sognarla solo quando le accadono eventi di un certo spessore, in genere negativi.

Il sesto senso ... esiste per davvero?
Un legame intenso, profondo che sembra non volersi spezzare nonostante gli anni, nonostante la distanza fisica e morale. Non mi capita con nessuno altro quindi non posseggo "poteri paronormali"!
E' solo che sono convinta che possa accadere di trovarsi in sintonia con qualcuno con talmente tanta intensità da riuscire a percepire l'altro anche a distanza.
In fondo lo sappiamo tutti che la mente umana ha facoltà straordinarie ancora misteriose a noi umili e ciechi umani :) 
Scritto da caterinaarmenta alle ore 18:52 del giorno: domenica, 16 ottobre 2011

"Intervista a rovescio" a BLACK del blog "LASCIAMI LEGGERE".



Intervist al rovescio a BLACK DEL BLOG
DA TEMPO AVREI DOVUTO PUBBLICARE QUEST'INTERVISTA FATTA DALLA SOTTOSCRITTA ALLE BLOGGERS CHE HANNO OSPITATO  QUEST'ESTATE  IL "LIBERO ARBITRIO BLOG TOUR". SICCOME PUBBLICARE TUTTE LE INTERVISTE INSIEME SAREBBE "PESANTE" DA LEGGERE E DA DIGERIRE HO DECISO DI POSTARE UN'INTERVISTA ALLA VOLTA.
HO VOLUTO INIZIARE CON 
BLACK BLOGGER DI LASCIAMI LEGGERE, (
http://lasciamileggere.blogspot.com/)UN BLOG CHE SI OCCUPA DI RECENSIONI E LIBRI. INTERESSANTE, LUMINOSO E STRAORDINARIMENTE RICCO RISPECCHIA MOLTO L'ALLEGRIA E LA DISPONIBILITà DELLA PADRONA DI CASA :)

GRAZIE BLACK!!!






Libero arbitrio blog: Libero arbitrio è un romanzo dai temi molto duri e dal forte impatto emotivo. Ti è mai venuta voglia di lasciare la lettura a metà o saltare qualche capitolo?

Black di lasciatemi leggere!: Assolutamente no!!! Anzi, tutto il contrario. Divoravo le pagine solo per sapere cosa succedeva dopo e dopo ancora…
Diciamo che “Libero Arbitrio” mi ha messo addosso un’avidità di saperne sempre di più, come solo pochi libri hanno fatto.
L.A.B.: “Libero arbitrio” Ti ha mai annoiato? Se sì quale parte, se la risposta è no mi spieghi cosa ti ha incatenato alle pagine?
Black: Come hai potuto capire dalla mia prima risposta, “Libero Arbitrio” non mi ha annoiato per niente.
Quello che mi ha tenuta incatenata alle pagine è proprio la realtà del romanzo … i temi trattati… l’inseguire un sogno e vedere questa caparbietà dove porta… l’essere liberi nelle proprie scelte e prenderne i pro e i contro che questo comporta.
L.A.B. : Qual è il sentimento predominate che hai provato nel leggere “Libero arbitrio”?
Black: Rabbia: per le scelte di Ester; per la sua “immaturità”; per il fatto che scaricava tutto sulle spalle di Rebecca; per non avere mai colpa di niente… erano gli altri che non capivano; e RABBIA per il modo in cui alla fine ha ammesso tutti i suoi sbagli, scegliendo la via più facile e incasinando ancora di più la vita dell’amica e della figlia.
L.A.B.:Dal lato tecnico, sintattico e grammaticale come hai trovato il romanzo?
Black:Non sono un’esperta in materia. Ma in base a tutti i libri che ho letto – penso che questo mi dia un po’ di esperienza “in materia” – direi che èECCELLENTE. Non ho trovato niente che non andava, e poi anche se ci fosse un minimo errore, credimi la trama fa da padrona e nessuno se ne accorgerebbe.
L.A.B.:Qual è il tuo personaggio preferito e perché?
Black:Senza ombra di dubbio Rebecca. È unica, implacabile… la vita le ha messo di fronte diverse difficoltà, fra tutte la più grande è appunto Ester… bé sto scherzando… direi che Ester prende il secondo posto… il fatto di sentirsi crescere per ben due volte una vita dentro di sé e poi restare con nulla, penso che sia terribile - ancora non sono madre, non so cosa voglia dire effettivamente portare dentro di me una nuova vita, più che altro parlo per empatia, per immedesimazione… personalmente ne sarei distrutta – e nonostante questo ha avuto la forza di andare avanti e di riprovarci una terza volta e poi sfumata anche questa occasione ha dato la possibilità ad una bambina – la piccolina del sogno di Ester che poi è diventata la realtà di Rebecca – che aspettava “la sua mamma”… ed eccola finalmente… Rebecca.
Non per ultima, il suicidio di Ester, che sembrava avesse dato la botta definitiva a Rebecca, ma vediamo che anche questa volta riesce a tirarsi su… questo soprattutto grazie all’amore del marito.
L.A.B.: I tanti personaggi di “Libero arbitrio” ti hanno mai confuso? Hai trovato  difficoltà nel ricordare nome, vissuto di ogni singolo personaggio?
Black: Ad essere sincera all’inizio si… il tempo di inquadrarli uno per uno e poi tutto è proceduto “liscio come l’olio”.
Bé, Caterina, non ti allarmare, mi capita SEMPRE ogni qualvolta inizio un nuovo libro… quindi è un mio piccolo neo niente a vedere con una tua mancanza.
L.A.B:Le scelte di Ester sono egoistiche. La donna vive il dolore concetrandolo tutto su se stessa, l’epicentro è il suo cuore, la sua vita ed è proprio questa visione del mondo che la porta a calcolare (purtroppo senza pensare alle conseguenze!) in maniera quasi maniacale la riuscita del suo progetto. Ester però pagherà cara la sua scelta. Pensi che nella realtà accada la stessa cosa o che spesso la si faccia franca? Hai mai odiato Ester per le sue scelte o come donna hai percepito un forte senso di solidarietà?
Black: Purtroppo non potuto fare altro che odiarla… non sono riuscita a concepire per un solo istante le sue scelte – e che cavolo!!! Non soffriva solo lei per il fatto che non poteva avere figli… e Fabio? Secondo me era lui che portava il peso più grande ed Ester sempre pronta ad anteporre lei davanti a tutto, sempre a dire Io Io Io…
Se penso che nella realtà accade la stessa cosa? E che cavolo, si!!! Ormai non mi stupirei più di nulla… i valori di una volta si sono andati a fare benedire… parole di una “non bigotta”, ma quando una tua scelta porta alla sofferenza delle persona che dici di amare sopra ogni altra cosa, questo mi fa incavolare di brutto… questo non è affetto, questa è arroganza, ipocrisia e vera e pura CATTIVERIA… e la maggior parte delle volte la fanno franca e come… sono sempre gli altri a pagarne le conseguenze, chi di colpa non ne ha.
L.A.B.: Il ruolo degli uomini all’interno del romanzo è stato visto in maniera differente dai diversi lettori: c’è stato chi ha definito l’universo maschile di “Libero arbitrio” marginale, altri salvifico, altri dannato e grottesco, altri ancora lo hanno apprezzato considerandolo bilanciato e appropriato. Tu come hai “vissuto” gli uomini di “Libero arbitrio”? Il loro universo è solo marginale all’interno del romanzo?
Black:Certo “Libero Arbitrio” è un libro che parla soprattutto di donne – i loro sogni, i loro dubbi, le loro scelte - e come tale è incentrato soprattutto su di esse. Quindi gli uomini hanno avuto lo spazio giusto che meritano. Però, anche se marginale, la figura maschile entrava in gioco quando doveva, nel momento giusto: prendi ad esempio Alfonso, il marito di Rebecca, per la maggior parte era solo un pensiero di quest’ultima, ma ecco che si presentava in carne ed ossa nel momento più opportuno, diventando l’ancora di salvataggio di Rebecca, il suo confidente, il suo amante e il suo migliore amico.
L.A.B.: Il desiderio di maternità, il desiderio di libertà, il desiderio di fare un salto temporale all’indietro e annullare gli errori … i desideri che diventano ossessione. In una società dove spesso il sentimento è sgualcito, barattato, sminuito esiste ancora il desiderio vissuto in maniera così prepotente, violenta e marcata? Così tanto da ammattire per l’oggetto desiderato?
Black: Senza ombra di dubbio, SI. 
Ai giorni nostri il desiderio di qualsiasi cosa ti porta a fare azioni impensabili… ai limiti dell’immaginabile. Vendere il proprio corpo… vendere la tua dignità… far soffrire gli altri, pur di ottenere il tuo scopo, solo per il tuo desiderio. I valori di una volta non esistono più.
L.A.B.: L’incipit, l’ingresso in un nuovo mondo, quando hai letto quello di “Libero arbitrio” dove sei stata trasportata?
Black: In una casa soleggiata e tranquilla, dove una leggere brezza scuoteva le tende e faceva suonare gli scacciapensieri… profumava di pulito e dava serenità.
L.A.B.:Il finale potrebbe apparire “aperto” ma alla fine tutti i nodi vengono al pettine e ognuno, nel bene e nel male ottiene quello che voleva. Cosa ti ha provocato l’ultimo capitolo del romanzo? Cosa hai pensato nel momento della “rivelazione”?
Black: Ho pianto… proprio così. Mi ha commosso. Ero in un mare di lacrime (in realtà già da qualche capitolo precedente, soprattutto “l’arringa” di Rebecca in chiesa dove ha messo tutti al proprio posto, non per ultimo il prete… hihihi!!! qui ho pure goduto un pò) e ho pensato che quella era la soluzione giusta… l’unica… niente di stonato.
Quando ho finito il libro ho pensato: “Ecco! È proprio così che doveva finire.” 
Dopotutto, Rebecca doveva finalmente avere il suo lieto fine.
L.A.B.: Ogni personaggio di “Libero arbitrio” ottiene un finale proprio, quale preferisci, quale hai detestato e quale ti è sembrato poco credibile.
Black: Si è capito che preferisco il finale di Rebecca… Ester, nocomment.
Ho goduto alla grande per il ben servito che Cosima dà al marito Francesco… alla fine anche lei si riappropria della propria vita.
L.A.B.: Tre aggettivi per definire “Libero arbitrio”.
Black: Emozionante… intrigante… unico
L.A.B.: Leggendo il romanzo quale autore, italiano o straniero, quale film o canzone ti ha riportato alla mente? (Se ciò è avvenuto!)
Black: Sinceramente niente di tutto ciò… come ho detto prima il libro è unico!!!
Però ci vedrei un bel film basato su Libero Arbitrio… 
Oddio dovrò preparare un intero pacco di kleenex!!!
L.A.B.: Pensi che aver pubblicato con una piccola casa editrice possa tenere “Libero arbitrio” rilegato in una piccola nicchia destinato a pochi? Oppure anche il web, le inventive dell’autore possono far emergere comunque il romanzo?
Black: Secondo me dipende tutto dall’inventiva dell’autore…
Ci sono stati dei libri pubblicati con grosse case editrici, che sono andati subito nel dimenticatoio, che hanno decretato il loro fallimento ancor prima di uscire in libreria.
L.A.B.: La copertina, la carta, la storia, “Libero arbitrio” è un buon prodotto che soddisfa da un punto di vista qualità – prezzo?
Black: “Libero Arbitrio” è un mix perfetto di tutto questo… 
È ottimo in tutto e per tutto
L.A.B. “Libero arbitrio” ti verrebbe in mente per fare un regalo? E se sì per chi?
Balck:Se mi venisse in mente come regalo? Si perché no… mmm… vediamo lo potrei regalare a molte delle mie amiche. 
Sarei molto curiosa di vedere la discussione che ne verrebbe fuori dopo…
L.A.B.: Ti darebbe fastidio non trovare “Libero arbitrio” in libreria ed essere costretta a comperarlo tramite web? Questo smorzerebbe il tuo desiderio d’acquisto?
Black:Personalmente non me ne frega più di tanto. Se voglio un libro lo avrò, sia che lo trovo in libreria, sia che lo devo acquistare on-line, anzi forse quest’ultima opzione per me è la migliore, visto che per trovare una libreria come minimo devo scendere giù a Catania (abito in un paesino al centro della Sicilia e devo sorbirmi – più che altro chi mi accompagna – più di quaranta minuti di strada).
L.A.B.: Cosa ti ha spinto a partecipare al “LIBERO ARBITRIO BLOG TOUR”?
Black:  Principalmente il libro: la trama per intenderci…
La novità dell’evento in sé: non avevo mai partecipato a un blog tour prima d’ora…
Infine, mi piace l’idea che un’iniziativa a cui ho partecipato, ha portato a far emergere un’autrice (o autore) che merita di essere davvero conosciuta.
Scritto da caterinaarmenta alle ore 17:24 del giorno: sabato, 15 ottobre 2011

Concorso Letterario LIBERO ARBITRIO SPIN OFF


Concorso Letterario LIBERO ARBITRIO SPIN OFF

Prima edizione del concorso letterario  LIBERO ARBITRIO SPIN – OFF

Dopo il grande successo del LIBERO ARBITRIO BLOG TOUR e la richiesta da parte di molti lettori di un seguito della storia sopra citata l’autrice, Caterina Armentano, ha deciso di indire un concorso letterario affinché siano gli stessi lettori a dare libero  sfogo alla propria fantasia scrivendo di proprio pugno il seguito del romanzo ( in forma molto ridotta) oppure di scegliere un personaggio tra i tanti all’interno del romanzo e creare un’appendice, un dopo, una storia alternativa di qualsiasi genere letterario.  Questo implica la lettura del romanzo. Si può scegliere un qualsiasi personaggio, principale, comprimario o marginale, persino i bambini a patto che il loro vissuto trapeli all’interno del racconto. 
LIBERO ARBITRIO BLOG (http://caterinaarmentano.splinder.com/in collaborazione con M.P. Black e Lavinia Scolari organizza il concorso letterario “LIBERO ARBITRIO SPIN – OFF”. In palio la pubblicazione dei tre racconti vincitori su LIBERO ARBITRIO BLOG e altri blogs amici e nove romanzi a scelta tra quelli gentilmente messi a disposizione dai  più conosciuti autori  emergenti italiani.   
La giuria è composta dalle scrittici: M.P. Black ( Lisa Verdi e il ciondolo elfico, Lisa Verdi e l’antico codice, Lisa Verdi e il Sole D’Aresil editi 0111 Edizione. I guardiani delle anime. La maledizione della regina edito Edizioni Domino) Lavinia Scolari ( L’uomo dal campanello d’oro 0111 Edizione) Caterina Armentano ( Il sentiero delle parole Torchio editore, Sotto l’albero di mimosa Aletti Editore, Libero arbitrio 0111 Edizione).



Blog amici:
Albero delle gocciole di Giulia
Angel's Book di Violeta
Atelier dei libri Glinda

Bookland Viaggiando tra i libri
Cuore d’inchiostro di Sonia
Elfi draghi e streghe i miei libri e un po’ di gossip di M.P. Black
Frammenti di Sogni di Lavinia Scolari
Gloria’s literary cafè di Gloria
Lasciami leggere di Black
Il forum ufficiale di M.P.Black
Il sovrano lettore di Barbara Risoli
Sangue d’inchiostro di Leo




Libri messi in palio:

Amon saga. L’evocatore  di Paola Boni edito Casini Editore.
Amon saga. La fine del sentiero.  di Paola Boni edito Casini Editore.
Comiche in cassa di Alessandra Raiti e Patrizia Catenuto edito Kimerik Editore.
Demetrio dai capelli verdi di Marco Mazzanti  Edizione Eiffel. 
I figli di Atlantide di Mario De Martino edito Casini Editore.
I Guardiani delle anime. La maledizione della Regina di M.P. Black edito Edizioni Domino.
Il canto della notte di Camilla Morgan Davis edito Zero 91.
Il veleno del cuore di Barbara Risoli edito 0111 Edizione.
L’uomo dal campanello d’oro di Lavinia Scolari edito 0111 Edizione.

 
BANDO

1.      Il concorso è aperto a tutti. Non è prevista nessuna quota di partecipazione.
2.      I racconti devono essere scritti rigorosamente  in lingua italiana, della lunghezza massima di tre cartelle dattiloscritte (una cartella è 30 righe di 60 battute ciascuna). Ogni scrittore può partecipare con un unico elaborato.
3.      I lavori presentati devono essere inediti mai pubblicati sia in formato cartaceo che sul web. 
4.      I racconti possono appartenere a qualsiasi genere: romance, fantasy, horror, thriller, narrativa pura o sottogeneri di tutte le categorie citate. Il punto fondamentale è che il protagonista del racconto sia un personaggio di “Libero arbitrio” di Caterina Armentano edito 0111 Edizione e che all’interno della storia inventata si percepisca la conoscenza diretta del romanzo.
5.      I racconti devono essere inviati a liberoarbitriospinoff@yahoo.it  in formato doc o pdf entro e non oltre il 31 Gennaio 2012. È obbligatorio allegare alla mail, oltre al racconto, un file contenente nome, cognome, indirizzo, mail di riferimento dell’autore e titolo del racconto.
6.      I premi saranno divisi in: primo classificato: pubblicazione del racconto su:
LIBERO ARBITRIO BLOG e altri blog amici più quattro romanzi a scelta tra quelli messi in palio.
Secondo classificato: pubblicazione del racconto su LIBERO ARBITRIO BLOG e tre romanzi a scelta tra quelli messi in palio.
Terzo classificato: pubblicazione del racconto su  LIBERO ARBITRIO BLOG e due romanzi a scelta tra quelli messi in palio.
7.      I risultati verranno resi pubblici il 28 febbraio 2012.  La mail informativa verrà inviata solo ed esclusivamente ai vincitori, gli altri partecipanti sono tenuti a informarsi attraverso LIBERO ARBITRIO BLOG.
8.      I tre autori vincitori partecipando al concorso cedono gratuitamente la pubblicazione sia a LIBERO ARBITRIO BLOG che ai blogs amici, esclusivamente in formato web.
9.      Saranno i concorrenti vincitori ad avere l’opportunità di scelta dei romanzi messi in palio. Ciò dipenderà da chi per primo invierà la mail con le dovute preferenze. 
10.  LIBERO ARBITRIO BLOG si riserva il diritto, in caso non si raggiunga un numero appropriato di partecipanti o a causa di materiale qualitativo non ritenuto sufficiente dal criterio stabilito dalla giuria, di prolungare la data del concorso oppure di annullarlo del tutto. Naturalmente tutti i partecipanti verranno tempestivamente informati.  
11.  La partecipazione al concorso implica l’autorizzazione a LIBERO ARBITRIO BLOG  di conservare i dati personali dichiarati dagli interessati, essendo inteso che l’uso degli stessi è strettamente collegato al concorso LIBERO ARBITRIO SPIN – OFF e relative operazioni, escludendone l’utilizzo per ogni finalità differente da quella prevista (Informativa ai sensi della Legge 675/96 sulla Tutela dei dati personali)
12.  La partecipazione al concorso implica l’accettazione delle norme del presente bando.

Info:

Leggi le prime 50 pagine di "LIBERO ARBITRIO" :

http://issuu.com/0111edizioni/docs/ante-liberoarbitrio/1

Catena di lettura su anobii dove si potrà leggere gratuitamente il romanzo e richiedere il pdf: http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=3152646#new_thread

Per acquistare il romanzo (oltre ibs, libreria universitaria, amazon.it ecc ecc...) : http://www.ilclubdeilettori.com/prodotto-143737/Libero-arbitrio-di-Caterina-Armentano.aspx


  


 
Scritto da caterinaarmenta alle ore 10:59 del giorno: lunedì, 12 settembre 2011