lunedì 27 maggio 2013

Lady Susan di Jane Austen (Con questa recensione partecipo all'iniziativa di "Un classico al mese" di Storie dentro storie")

Mi sono trovata  a leggere questo libricino da 125 pagina grazie alle proposte da 0,99 centesimi della Newton Compton Editore. So che in molti storceranno il naso, in rete ho letto molte polemiche sulla  differenza prezzo/qualità e sul fatto che la Newton può permettersi di strafare fino all'inverosimile, visto che è una casa editrice affermata, a differenza di piccoli editori che si barcamenano in una situazione che più che critica si può definire disastrosa.
Posso dire, in primis da scrittrice, che capisco tutti i piccoli editori che non hanno la possibilità di ridurre i prezzi dei libri, fare sconti è da "suicidio" figurarsi "regalare" volumi a prezzi stracciatissimi, la beneficenza è una cosa (la faccia chi può farla!) e il lavoro è un altro!
Da lettrice però non posso negare che trovare un titolo importante a un prezzo irrisorio non solo mi invoglia all'acquisto (e non sto qui a cincillarmi sulla qualità della carta o sulla cover!) ma mi porta alla mente la mia fanciullezza e l'adolescenza quando con i piccoli risparmi (gran parte provenienti da mio nonno!) acquistavo volumi e volumi di 100 pagine mille lire! E' così che ho scoperto Agatha Christie, Shakespeare, , e tantissimi altri... 
Se un prezzo del genere può avvicinare potenziali lettori a un libro ben venga e se può arricchire la libreria di un lettore già affermato, perché rinunciare?
Ma bando alle ciance e andiamo al dunque:


Titolo: Lady Susan
Autrice: Jane Austen
Casa Editrice: Newton & Compton
Collana: LIVE N° 12 
ISBN: 978-88-541-5152-9
Pagine: 128
Prezzo: Euro 0,99
Edizione Integrale
Introduzione di Ornella De Zordo
Traduzione di Daniela Paladini
TRAMA
Lady Susan è una donna energica, intelligente, senza scrupoli, che si diverte a giocare con i sentimenti degli uomini.
La città di provincia, le chiacchiere dei salotti, le ferree regole dell’universo piccolo-borghese: in questa breve opera gli ingredienti per entrare nello straordinario mondo della Austen ci sono tutti. L’autrice inglese ha saputo dipingere il suo tempo con grazia ed eleganza, ma ne ha lasciato accuratamente emergere, con le stesse armi tipiche di quei salotti (arguzia, bon ton, ironia), gli aspetti più retrogradi, rivelandosi donna di spirito e femministaante litteram.

Lady Susan è un romanzo epistolare costituito da quarantuno lettere. La protagonista è Lady Susan, una donna spregiudicata e senza scrupoli che non si fa problemi a sottomettere, manovrare chiunque, inclusa la figlia, per ottenere i suoi scopi.
E' una donna bella, intelligente che grazie a una spiccata dialettica riesce sempre a cavarsela, anche quando tutto sembra precipitarle addosso. E' una lady dalle "scarpe sporche di fango" ma talmente risoluta nel fingere il contrario che persino gli altri smettono di vederlo.
Mamma snaturata, tratta la figlia come un mezzo per la compravendita. Si può dire tutto di lei tranne che sia capace di amare. Cinica, fredda, spietata confida all'amica Alicia tutti i retroscena della sua vita e lo fa in maniera così diretta da non temere giudizi.
Lady Susan è un romanzo interessante, lascia un po' interdetti nelle prime pagine, si rimane un po' spiazzati perché pare difficile ambientarsi, capire chi scrive a chi. Successivamente (già dalla terza, quarta lettera) il percorso è tutto in discesa. I personaggi, nonostante la tecnica utilizzata, sono tutti "esseri pensanti", concreti, che attraversano il foglio per arrivare al lettore.In più i sentimenti, le limitazioni, le condizioni della donna dell'epoca sono descritti con una maestria straordinaria. Davvero un bel romanzo. Se penso che è il primo della Austen e che è stato definito "sperimentale" resto a bocca aperta perché in esso si trova tutta la potenza espressiva e narrativa di una delle più grandi autrici mondiali.
Io vi consiglio vivamente di leggerlo soprattutto perché tra tutti i romanzi della Austen che ho letto, questo mi sembra quello in cui la protagonista non è proprio un'eroina o una "santa", anzi è una donna arrivista e che non teme rivali, una donna molto moderna, che non ha nulla da invidiare alle molte donne in carriera dei nostri tempi. Per questo Lady Susan, nonostante i suoi difetti, non si riesce ad odiarla facilmente visto che alcune situazioni e scelte sono anche riconducibili alla sua situazione di donna dell'epoca (questo non la giustifica però per alcune scelte che hanno messo a rischio matrimonio e felicità altrui!).
Comunque credo di aver detto troppo.
Vi consiglio di leggerlo, è un bel romanzo e la protagonista mi ricorda molto Rossella O'Hara sarà per questo che non sono riuscita a disprezzarla?

3 commenti:

  1. Lady Susan di sicuro ha un personaggio che non è un'eroina come Elizabeth Bennet, ma ha in sé il germe di quella capacità della Austen di rappresentare il mondo in cui vive e prenderlo in giro senza remore... un romanzo giovanile che già ci preannuncia l'inconfondibile stile e la grande scrittura di zia Jane... :-)

    RispondiElimina
  2. Descritto in maniera impeccabile in poche righe! Mi è piaciuto molto, davvero un gran bel romanzo :)

    RispondiElimina
  3. Sarà una delle mie prossime letture. Capisco che non è sempre possibile vendere libri a prezzi così piccoli ma con l'avvento degli ebook io mi aspettavo un calo almeno per quelle versioni, invece il più delle volte costano poco meno di un cartaceo.

    RispondiElimina